FANDOM


Muzdalifa (مزدلفة) è un'area all'aperto presso La Mecca (Arabia Saudita), strettamente associata alla ritualità islamica del Hajj.
Situata a SE di Mina, lungo la strada che da Mina porta al Monte ʿArafāt (detto Jabal al-raḥma, "Monte della misericordia").

Ogni anno, il giorno 9 del mese lunare di Dhu l-Hijja, dopo un pomeriggio trascorso in preghiera ad ʿArafat, dove compiranno le Ṣalāt del mezzodì (ẓuhr) e del pomeriggio (ʿaṣr)[1], i pellegrini musulmani si recano a Muzdalifa giungendovi poco prima della sera ma, per l'affollamento creato dal ḥajj (2 milioni di persone[2]), i devoti talvolta non riescono a giungere nell'area prima della notte vera e propria.

A Muzdalifa essi raccolgono sassolini (chiamati jimār, "braci") in numero anche di 70 - per consentirne il lancio di 7 per 10 volte contro le tre colonne che rappresentano il diavolo[3] nella piana di Mina (in antico indicata genericamente come la "ʿaqaba"), immediatamente a sud dell'abitato di Mecca. I sassolini - che dovranno essere grandi all'incirca come una fava - saranno scagliati con forza in numero di 7 il primo giorno, seguiti da altri 7 in ognuno dei tre giorni o quattro successivi, per due o tre volte al giorno.

I pellegrini trascorrono l'intera nottata a Muzdalifa, spesso all'aria aperta, prima di dirigersi verso Mina la mattina seguente.

NoteModifica

  1. A volte accorciate per effettuarle quasi consecutivamente.
  2. Destinate a crescere quando dovesse diventare operativo il progetto saudita di elevare a 7 milioni il numero dei pellegrini.
  3. Shayṭān. La sua "lapidazione" commemora il lancio di sassi effettuato da Hagar, madre del piccolo Ismāʿīl, che così intendeva allontanare il Maligno.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale